Slide background

Accoglienza mamma-bambino a San Giorgio di Piano

La Comunità mamma-bambino, denominata “San Gabriele” accoglie, come previsto dalla normativa regionale vigente, gestanti e madri (anche minorenni) con i propri bambini di età compresa fra 0 e 17 anni.

Tali nuclei, al momento dell’ingresso, si trovano in situazione di rischio per i minori a causa di situazioni familiari che non consentono un’adeguata genitorialità. Le storie di queste famiglie sono contrassegnate da: maltrattamento, violenza diretta, violenza assistita, abuso, psicopatologie, dipendenze da sostanze e traumi profondi.

La motivazione all’ingresso e gli obiettivi dell’equipe multiprofessionale possono essere previsti all’interno di un provvedimento del Tribunale dei Minori.

La Cooperativa Santa Maria della Venenta garantisce la tutela dei minori accolti e l’avvio di percorsi che favoriscono la rielaborazione dei vissuti traumatici familiari.

Il supporto dell’equipe multiprofessionale permette alle mamme accolte e ai loro bambini di:

–        favorire la rielaborazione della propria situazione personale e familiare;

–        favorire l’integrazione e/o la reintegrazione della dimensione personale, genitoriale e sociale;

–        avviare concretamente un progetto di vita autonomo e adeguatamente tutelante per sé e per i propri figli.

Il modello educativo teorico, alla base degli interventi di equipe, è quello che fa capo alla Psicologia Umanistica. L’equipe quindi osserva le dinamiche relazionali e comportamentali, per andare poi a interrogarsi e a favorire l’esplorazione dei vissuti emotivi e il mondo interno della persona.

Tra le azioni volte a realizzare gli obiettivi proposti troviamo:

–        attività laboratoriali specifiche (educative, emozionali etc.);

–        attivazione di tirocini formativi;

–        laboratori musicali;

–        maternage;

–        supporto compiti;

–        sostegno individuale e di gruppo psico-pedagogico utilizzando tecniche che favoriscano una gestione funzionale dei picchi emotivi (tecnica DBT).

Presso la casa vivono alcune famiglie residenti che contribuiscono a creare un ambiente globale ristrutturante e supportano quotidianamente l’equipe, nella gestione del servizio socio-educativo.

L’equipe multiprofessionale può contare sulla professionalità di figure qualificate quali: educatori, psicologi, psicoterapeuti, musicoterapeuti, arti terapeuti, counselor.

Le mamme possono essere inserite in percorsi di formazione e/o tirocinio formativo, presso il laboratorio tessile artigianale attivo in Cooperativa (sezione B), attraverso il progetto “LABORATORI PER ORIZZONTI SERENI”.