Slide background

Musicoterapia, Arti terapia e Teatro laboratoriale

I progetti di musicoterapia, arti terapia e teatro laboratoriale utilizzano linguaggi creativi e favoriscono l’espressione emotiva attraverso codici e linguaggi che utilizzano: il corpo, il movimento, la gestualità, l’espressività, il ritmo, la fantasia, la creatività, la manualità, la mimica.
Utilizzeremo la musica e l’arte come canali di comunicazione non verbale al fine di agire la piena espressione corporea di tutte le emozioni e favorire, in un processo di trasformazione e consapevolezza, lo scioglimento delle emozioni nel corpo (e attraverso il corpo), nella convinzione che il mondo interno di ognuno di noi, possa e debba rispecchiarsi nella nostra immagine e nell’identità di noi stessi che gli altri possono vedere. Favorire la congruità del nostro mondo interno e dell’esterno, permette ad ognuno di noi di avere il nostro equilibrio e di esprimere le risorse e le ricchezze soggettive.

Ogni essere umano ha una risposta innata agli stimoli derivanti dalla musica e dall’arte in genere.
In ogni persona è possibile raggiungere la “chiave creativa” che favorisce una trasformazione.
La musica e l’arte possono rappresentare tutta la gamma dell’esperienza emotiva umana.

I progetti di Musico e arti terapia de la Cooperativa La Venenta mirano a:

  • educare all’ascolto di sé e dell’altro;
  • conoscere il linguaggio della musica come strumento espressivo;
  • esperire un ambiente non giudicante in cui potersi esprimere con libertà;
  • stimolare l’attenzione, la concentrazione e l’apprendimento;
  • favorire il benessere della persona attraverso l’equilibrio tra il sentire e l’espressione corporea/verbale;
  • favorire l’integrazione e la coesione del gruppo;
  • supportare la scoperta di capacità inaspettate e talenti in ognuno;
  • favorire la fiducia in se stessi, l’autostima, l’autonomia;
  • osservare e agire ogni emozione attraverso il corpo, la musica, il movimento, il ritmo;
  • conoscere il corpo come strumento ritmico-sonoro (body percussion);
  • stimolare la capacità sinestesica (suono – colore – movimento), la capacità di coordinamento gesto-motorio e la sincronizzazione attraverso esercizi strutturati;
  • favorire la presa di coscienza delle proprie capacità;
  • fare esperire un ambiente ricco di stimoli che promuova l’espressione e lo sviluppo delle potenzialità inespresse.

Committenti del servizio di musicoterapia e arteterapia:

  • Asdam, Associazione sostegno demenze e alzhaimer di Mirandola (Modena);
  • La Nuvoletta Bianca, Centro diurno socio-riabilitativo di Ozzano dell’Emilia (Bologna);
  • Vari Istituti scolastici di primo e secondo grado;