Slide background

Progetto Punto d’Ascolto

In sintonia con il Progetto Strada Ferrata, i volontari prestano la propria opera per distribuire viveri e beni di prima necessità a famiglie in stato di necessità.

Infatti, oltre ai servizi di assistenza prestati all’interno del Comune di Bologna, l’Associazione si è attivata anche nell’hinterland, in un proprio locale ad uso magazzino sito nella zona industriale del Comune di San Giorgio di Piano, dove nella mattinata del venerdì dalle 8.30 alle 12.30 svolge la propria attività di aiuto a persone e famiglie in situazione di difficoltà mediante la distribuzione di beni di prima necessità. In questo locale si incontrano persone e famiglie, inviate dai servizi sociali territoriali, alle quali viene distribuita una “borsa spesa”.

La Comunità ogni settimana aiuta circa 650 persone grazie al sostegno di aziende del territorio e della grande distribuzione che realizzano diversi progetti per il sostegno alle fasce più deboli e distribuiscono alle associazioni di volontariato prodotti prossimi alla scadenza o con la confezione esterna non perfetta, affinchè si crei una catena di micro-distribuzione che possa arrivare alle famiglie e a tutte le realtà del disagio.

Proprio per l’intensificarsi del servizio svolto il venerdì mattina nella distribuzione delle “borse spesa” e grazie alla presenza sul territorio della città di Bologna di diverse associazioni già attive nei confronti delle persone senza fissa dimora, la Comunità ha concentrato attività e forze verso il servizio alle famiglie che costituiscono la cosiddetta “nuova povertà”, fanno parte cioè di una fascia di cittadini che versa in condizioni di povertà a causa di mancanza di lavoro o di malattie.

Attualmente le persone che usufruiscono della distribuzione di “borse spesa” presso il Punto d’ascolto dell’associazione sono 677 settimanalmente e, purtroppo, in continuo aumento. In queste occasioni vengono distribuiti generi alimentari e ogni tipo di indumento, e le persone vengono supportate nel reperire strumenti e opportunità che consentano loro una minima possibilità di lavoro.

L’Associazione Santa Maria della Venenta accoglie a braccia aperte nuovi volontari che sappiano portare competenze o buona volontà.

VUOI SAPERNE DI PIÙ? CLICCA QUI

VUOI DIVENTARE VOLONTARIO DELLA COMUNITÀ SANTA MARIA DELLA VENENTA? CLICCA QUI.