Slide background

Semi di consapevolezza – mindfulness per le scuole

La pratica della consapevolezza o “presenza mentale” può diventare strumento educativo utile al contesto scolastico per insegnare agli studenti come ridurre lo stress, l’ansia e l’ostilità, favorendone il benessere, il senso di sicurezza, la capacità di autoregolazione e il riconoscimento e controllo delle emozioni. Sentirsi presenti e consapevoli nel qui e ora, è essenziale per lo sviluppo dell’attenzione, delle abilità relazionali, della coscienza del proprio corpo e dei suoi segnali.

Imparare a prestare attenzione e concentrarsi sul momento presente, influisce sull’apprendimento migliorando il processo neurologico chiamato “funzione esecutiva”: l’abilità di organizzare compiti, gestire il tempo, stabilire priorità e prendere decisioni. Gli studenti possono trarne beneficio apprendendo come focalizzare l’attenzione, diventando meno reattivi e più compassionevoli verso sé stessi e gli altri. Anche gli insegnanti possono trarne beneficio imparando le tecniche di gestione e riduzione dello stress e applicarle durante le ore di lezione, su sé stessi e i propri alunni.

Gli studenti, attraverso il movimento e il respiro, impareranno a essere maggiormente recettivi e consci del proprio corpo, sperimentando la sensazione di radicamento che richiama la presenza mentale e i benefici ad essa connessi. Saranno utilizzate tecniche corporee e di visualizzazione per favorire il rilassamento e il rilascio delle tensioni e vi sarà la possibilità, al termine di ogni incontro, di verbalizzare o rappresentare graficamente il proprio vissuto rispetto all’esperienza fatta.

In accordo con gli insegnanti potranno essere proposte brevi simulazioni dell’applicazione delle tecniche sperimentate durante l’attività didattica.